Telefono: +39 328 388 9893 Email: info@vivapantelleria.it

trekking arcipelago Egadi

trekking arcipelago Egadi

1 giorno:
Trapani l’accoglienza
Arrivo all’aeroporto di Trapani/Palermo, accoglienza dell’accompagnatore e trasferimento presso il porto di Trapani. Imbarco in aliscafo per raggiungere l’isola di Marettimo. Sistemazione nelle case vacanza dei pescatori. Il pomeriggio a disposizione per brevi escursioni a praia Nacchi o per girare il piccolo centro abitato. Cena in ristorante il Carrubbo. Pernottamento.

2 giorno:
Marettimo, Monte Falcone
Un impegnativo dislivello di settecento metri in tre ore di escursione impegnativa per le nostre gambe premiata dal selvaggio e grandioso ambiente interno dell'isola. Da Scalo Vecchio si raggiungono le Case Romane guadagnando rapidamente quota per immettersi in una mulattiera che mira direttamente al monte tra tornanti e sentieri appena accennati. Splendida la vista sul mare di Punta Troia. Si raggiunge il versante ovest dell'isola e tra rocce e cespugli si procede verso la cima per godere di una vista magnifica a 360 gradi! Rientro in paese nel tardo pomeriggio. Cena presso il ristorante il Carrubbo. Pernottamento

Tipo percorso: anello
Fondo stradale: sentiero misto sterrato
Distanza: km 10
Dislivello: m 800
Tempo di percorrenza: 5 ore
Difficolta: escursionistica

3 giorno:
Marettimo, Punta Troia e periplo dell'isola in barca
In mattinata si parte in direzione Punta Troia. Partendo da Scalo Vecchio si lascia il paese alle spalle percorrendo in sentiero pianeggiante che si inerpica dopo un centinaio di metri sempre in mezzacosta regalando una bella vista sullo Scoglio del Cammello e su Punta Troia, che si raggiunge in discesa tra tornanti con muretti di cemento. In circa un'ora e quarantacinque minuti si percorre un dislivello di 400 metri su un buon sentiero a ridosso della costa. Una nuova ascesa porta al castello. Dopo aver visitato il castello e consumato il pranzo a sacco si parte in barca dalla sottostante caletta per il periplo dell'isola e delle sue numerossisime grotte e calette nascoste.

4 giorno:
Marettimo, Portella Anzini Punta Libeccio In mattinata partenza a piedi dal centro abitato in direzione Case Romane interessante sito archeologico romano, dove si trova anche un’antica chiesa bizantina restaurata. Proseguiremo sempre in salita fino a valicare in località Semaforo (500m.), dove, in uno dei posti più panoramici dell’isola, si trova un vecchio presidio della Marina Militare. Da qui, percorrendo un antico sentiero, scenderemo sull’altro versante dell’isola fino a raggiungere Punta Libeccio. Nel tardo pomeriggio, dopo aver fatto il bagno nelle calette si riparte per rientrare in paese, percorrendo un nuovo sentiero, che in alcuni tratti cammina a picco sul mare. Cena al ristorante il Carrubbo. Pernottamento.
Tipo percorso: anello
Fondo stradale: sentiero misto sterrato
Distanza: km 12
Dislivello: mt. 600
Tempo di percorrenza: 6 ore
Difficolta: escursionistica


5 giorno:
Favignana, L’isola dei Florio
In mattinata trasferimento da Marettimo a Favignana tramite aliscafo arrivo a Favignana intorno alle ore 10:30. escursione nelle fantastiche calette, la più famosa cala rossa, si tratta della spiaggia più bella e rinomata di Favignana e si presenta come un grande anfiteatro roccioso che digrada dolcemente nel mare, dalle acque turchesi e straordinariamente trasparenti, visita alle cave di tufo dell’isola e piccola degustazioni di prodotti di Tonnara. Rientro a Marettimo nel tardo pomeriggio In alternativa piccolo tour dell’isola in bici (da pagare in loco noleggio bici) e visita al museo della tonnara Florio (ingresso da pagare in loco).

6 giorno:
Levanzo, la grotta del Genovese e cala Minnola In mattinata trasferimento da Marettimo a Levanzo in aliscafo con bagaglio a seguito arrivo previsto sull'isola di Levanzo intorno alle ore 10:00. deposito bagaglio e partenza per l'escursione. L'assenza di strade rotabili invita il visitatore al trekking attraverso percorsi per nulla impegnativi e di grande fascino, che collegano il paese e il porto con i principali punti di interesse dell’isola. Partendo dal paese si può facilmente raggiungere, seguendo il versante occidentale dell'Isola, la Grotta del Genovese, incontrando lungo il percorso molte delle espressioni vegetali dell'Isola dal forte aroma selvatico. Dalle pendici di “Pizzo del monaco” è possibile raggiungere Cala Tramontana, uno dei luoghi più suggestivi dell'isola per il colore della roccia, la trasparenza del mare, la flora e la fauna sottomarina. Oltre a Cala Dogana, su cui si affaccia il delizioso paesino, da non perdere un bagno a Cala Minnola con i suoi alberi che si specchiano sul mare. Nel tardo pomeriggio partenza in aliscafo per Trapani, trasferimento in hotel a Custonaci cena e pernottamento
Tipo percorso: anello
Fondo stradale: sentiero misto sterrato
Distanza: km 10
Dislivello: mt. 350
Tempo di percorrenza: 5 ore
Difficolta: escursionistica

7 giorno:
Riserva dello Zingaro in mattinata trasferimento a mezzo bus all'ingresso della riserva dello zingaro. L' escursione è un viaggio nella R.N.O. dello Zingaro, tra le prime Riserve naturali istituite in Sicilia, si estende tra Scopello e San Vito Lo Capo, lungo un tratto di circa 10 km di splendida costa frastagliata, interrotta da piccole cale e insenature, chiusa dai massicci rilievi che la sovrastano. L’area presenta una varietà di ambienti e paesaggi, caratterizzati da una ricca diversità biologica. Nella Riserva, infatti vegetano più di 650 specie vegetali di grande interesse naturalistico, di cui più di 40 sono gli endemismi e numerosissime sono quelle rare, come l’esclusivo Limonium di Todaro. Altrettanto interessante è il patrimonio faunistico: l’esistenza di nicchie ecologiche permette, infatti, una diversità particolarmente elevata e riscontrabile soltanto in pochi altri luoghi dell’Isola. In particolare, vi nidificano e vi si riproducono più di 40 specie di uccelli, quasi tutti i rettili presenti in Sicilia e numerosissimi e bellissimi insetti. Una notazione a parte va fatta per lo straordinario ed assolutamente incontaminato ambiente marino caratterizzato da un ecosistema integro e particolarmente ricco di biodiversità. Particolarmente rilevante è il “marciapiede a vermetidi” (Trottoir a vermetus) – endemismo mediterraneo - fenomeno biologico di rilevante importanza naturalistica, poiché è presente soltanto in quegli ambienti caratterizzati da una elevata “qualità” del mare. Altro elemento di estremo interesse è la Grotta dell'Uzzo, su cui sosteremo durante la passeggiata. Si tratta di un'enorme antro di origine marina su cui sono state ritrovate tracce della presenza dell'uomo risalenti a oltre 10 mila anni fa. Durante l'escursione si farà una sosta in una delle splendide calette ubicate lungo il percorso per consentire un ristoratore bagno nelle cristalline acque della riserva Tipo percorso: anello
Fondo stradale: sentiero misto sterrato
Distanza: km 10
Dislivello: m 500
Tempo di percorrenza: 6 ore
Difficolta: escursionistica
8 giorno:
Partenza Trasferimento all'aeroporto di Trapani/palermo a mezzo pullman e imbarco per il ritorno.

Costo programma € 650

La quota comprende:
Trasferimenti da aeroporto Trapani a/r
Trasferimenti aliscafo per raggiungere le varie isole
5 pernottamenti e cena a Marettimo
2 pernottamenti cena e colazione a Trapani
Trasferimenti per Riserva dello Zingaro
Giro dell’isola in barca a Marettimo
Servizio guida

La quota non comprende:
Colazione nei 5 pernottamenti a Marettimo
Pranzo a sacco per le escursioni
Ingressi a musei e parchi

Per informazioni e prenotazioni

Please check your email
Please check your message
Thank you. Your message has been sent.
Error, email not sent

10/20      20/30      30/40



Please check your email
Please check your message
Thank you. Your message has been sent.
Error, email not sent

˙